TURISMI⎨E⎬CULTURE

leggere per viaggiare, viaggiare per conoscere

 
 

LEGGERE PER VIAGGIARE, ...


HOME


| turismieculture.it |


 

TRAVEL &.. VIAGGIARE PER CONOSCERE

Sardegna_tiana_barbagia

[ SARDEGNA,
nella Terra dei Centenari]


Ai piedi del Monte Orovole, tra i boschi e le campagne della Barbagia di Ollolai, per un itinerario lungo la via dell'Acqua, tra gualchiere, mulini e piccole biodiversità nel piccolo paese che Tiu (zio) Antonio ha lasciato a 112 anni!
•••



  La via dell'Acqua  

   
 


RACCONTI DI VIAGGIO. SARDEGNA

Sulle tracce del mito


Sardegna. Segna il viaggio

Alla scoperta dell'Isola di Sardegna affascinati dall'idea di percorrere una delle antiche rotte che un tempo portavano nella mitica Atlantide raccontata da Platone
...



TRAVEL&. WINE

Antichi Vini

Sardegna. Segna il viaggio

Tra Tombe dei Giganti e Nuraghi
i migliori vigneti dell'Isola ci raccontano di un legame antico, la Sardegna e il suo vino.

...



RACCONTI DI VIAGGIO. SARDEGNA


Il Piatto: "quel che c'è"

Sardegna. Racconti dal mare

Siamo sulla banchina del piccolo porto ad aspettare i pescatori che ritornano dal mare. Una vecchia signora, seduta sulla soglia della sua porta di casa, la sera prima ci ha raccontato di un piatto che preparava la madre quando si cucinava... "quel che c'era"
...


Disteso sulle pendici orientali del Gennargentu Tiana è un piccolo paesino di 500 abitanti conosciuto e frequentato, fino a non molti anni fa, soprattutto per i suoi mulini, le gualchiere e una piccola ma preziosa biodiversità, il fagiolo tianese.

Sardegna_tiana_gualchiera_mulino



Alle Gualghiere era affidato il compito di follare l'orbace, il tipico tessuto sardo ottenuto dalla lana delle pecore dell'isola. L'orbace veniva portato nelle gualchiere, passato al bagno, e follato a lungo con dei magli di legno azionati da ruote idrauliche situate lungo il corso del fiume. La follatura infeltriva il tessuto rendendolo robusto ed impermiabile. Dopo questa operazione il tessuto veniva colorato in modo naturale con le tinture provenienti dalle piante tintoree raccolte nelle campagne e nei boschi circostanti.

Oggi è possibile visitare il piccolo museo "Le Vie dell'Acqua" costituito da un Mulino ad acqua per la macinatura del grano e due Gualchiere
Per info e visite: + 39 0784 69040 - +39 3662553122

•••

 
 


  Dal Paese dei Centenari  

   
       

La Sardegna è una delle terre più longeve al mondo. Nell'isola la percentuale di centenari è il triplo di quella degli altri paesi. E proprio a Tiana è vissuto Antonio Podde fino all'età di 112 anni! Per gli abitanti del paese il segreto è il mangiar bene e il bere meglio! I formaggi lavorati in modo artigianale, le verdure dell'orto, la frutta degli alberi dietro casa e ovviamente un buon vino locale.

Sardegna_tiana_fagiolo_faitta



Ed è proprio su queste terre che cresce uno dei prodotti più apprezzati dalla Tavola dei Centenari: la Faitta tianese, un fagiolo molto particolare "bello da vedere buono da mangiare". Inserito nell'elenco nazionale dei prodotti tradizionali della Sardegna, ha ricevuto il riconoscimento dal Ministero delle politiche agricole come prodotto agroalimentare da proteggere.

Alla sua conservazione e valorizzazione è impegnata da anni l'Associazione S'Arraiga che ci racconta di questa preziosa biodiversità:

«La coltivazione del fagiolo  avveniva in tutte le famiglie oltre che per fabbisogno proprio anche come merce di scambio ai tempi del baratto, quando il commercio avveniva di paese in paese su dei grossi carri trainati dai buoi.
Da Tiana i carri partivano carichi di fagioli per ritornare con grossi carichi di grano da macinare nei nostri mulini.
La “storia orale”, che  ricostruiamo attraverso testimonianze dirette, ci informa come la coltura del fagiolo fosse praticata fin dal secolo scorso e come fosse una parte importante dell'economia locale. Considerato un prodotto  di grande qualità, il fagiolo tianese, era conosciuto e apprezzato  in tutta la Sardegna.
Principalmente  trova il suo abitat nei piccoli appezzamenti che si trovano lungo il corso dell'acqua del Rio Torrei, è un prodotto agroalimentare che per crescere necessita di un buon apporto di acqua...»

- Perchè S'Arraiga? -
«S'Arraiga è il sostegno che viene dato alla piantina del fagiolo quando è ancora piccola, essa crescendo deve avere un supporto a cui aggrapparsi, perchè quando sarà grande abbastanza avrà tanti fagioli sulla pianta che determinano un peso tale che senza s'arraiga non potrebbe reggersi.
Questo è un pò cio che vorremmo essere un sostegno, un dare e un ricevere reciproco che faccia crescere tutti coloro che vogliono condividere l'ecosistema che ci circonda, donato dai nostri avi con tutti i sacrifici del loro tempo, pronti a lasciarlo a quanti vorranno capire il tesoro che abbiamo da difendere e preservare al meglio»

•••

Un'occasione per gustare il celebrato fagiolo locale e conoscere Tiana è sicuramente "Autunno in Barbagia", in programma ogni anno da settembre a dicembre (www.cuoredellasardegna.it )

 
   
     
         

PER UNA FILOSOFIA DEL TURISMO
L'ARTE DI SAPER ACCOGLIERE


 

PER UNA FILOSOFIA DEL VIAGGIO
COMUNICARE VACANZA


mail
       
         

TURISMIECULTURE.IT | LEGGERE PER VIAGGIARE, VIAGGIARE PER LEGGERE


info@turismieculture.it


Turismi e Culture.it
informazioni, viaggi e letture